capuanaNel 1847 il lessicografo fiorentino Gaetano Valeriani scriveva: “Chi vuol conoscere la plebe napoletana veramente in tutte le sue abitudini, fra le sue virtù e i suoi vizi ancora, venga alla Porta Capuana, in qualunque delle 24 ore del giorno, e se ne ammaestrerà”.
Questo l’incipit del libro Porta Capuana (Marchese Editore), questo il punto di partenza dell’incontro che si terrà venerdì 5 dicembre 2014 alle 16.
La sede sarà il Lanificio 25 della Carlo Rendano Association, suggestivo spazio situato nell’ambito dell’ex lanificio borbonico, che sorge nel cuore del quartiere di Porta Capuana, protagonista dell’evento.
Grazie a questa iniziativa sarà possibile fare un vero e proprio viaggio nel quartiere e nella Napoli preunitaria, alla scoperta dell’identità culturale di Porta Capuana. I presenti assisteranno alla lettura di Giovanni Maddaloni di alcuni brani tratti dal libro e scopriranno così le diverse iniziative promosse dal coordinamento I Love Porta Capuana.
Ancora, grazie ad una mostra collettiva degli studenti delle terze classi della Scuola Media Statale “Antonio Sogliano”, (a cura di Serena Calò e allestita da Francesca Borrelli) con la collaborazione attiva ed entusiastica della preside Florio e dell’intero corpo docenti sarà possibile vedere come le nuove generazioni immaginano il futuro del quartiere.
All’iniziativa, coordinata da Pietro Treccagnoli e Franco Rendano, e patrocinata dal Comune di Napoli, parteciperanno il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris, l’Assessore alla Cultura Gaetano Daniele, l’Assessore ai Giovani Alessandra Clemente e Caterina Arcidiacono, Giustino Ausania, Daniela Baldari, Patricia Bianchi, Ulderico Carraturo, Anna Maria Di Napoli, Immacolata Di Napoli, Riccardo Giuliano, Fabio Landolfo, Fabrizio Mangoni, Paola Mirabile, Barbara Olivieri, Antonio Petrossi, Chiara Reale, Raffaele Savonardo, DanielaTiso e Roberto Tranchese.