myfatT. S. Eliot insegna che Aprile è il più crudele dei mesi perché genera Lillà dalla morta terra, mescola ricordo e desiderio, stimola le sopite radici con la pioggia primaverile.
Aprile porta con sé un’insana, folle e inattesa voglia di rinascere. Per quanto ci riguarda, quest’anno a Napoli nonostante la neve ci sia stata non solo metaforicamente, ma anche fisicamente, la coltre bianca non è riuscita ad attutire i suoni che si sono uniti ed inseguiti dallo scorso 16 novembre.
Abbiamo ammirato il lavoro dell’associazione My Favorite Things, iniziato in sordina qualche mese fa a The Golden House: fin dal primo incontro con la bellezza ci siamo sentiti tutti a casa.
Sarà pure tutta un questione di gusti musicali, di percezioni e critiche soggettive … fatto sta però che qualsiasi forma d’arte occupa nella nostra esistenza il gradino più alto e da chi prova a trovare spazi per quest’ultima c’è tutto da imparare.
Tanti sono stati i live proposti in questi mesi: che siano piaciuti o meno nessuno è riuscito a restarne indifferente.
E così, da qualche settimana i luoghi di queste anime musicali sono aumentati.
Grazie ad Apogeo Records e L’Altra Napoli Onlus la bellezza che turba e consola ha trovato una nuova dimensione nella Basilica di San Severo alla Sanità. Il prossimo live tra sacro e profano previsto in questo studio sarà quello dei Barabba previsto per il 12 aprile.
Ci si sposterà dalla chiesa alla casa il 19 per il MEET tra Marilena Vitale (Fede ‘n’ Marlen) e Sasio Carannante (Sula Ventrebianco).
Ancora, in collaborazione con la Wake Up & Dream il 21 aprile Tom Brosseau si esibirà al Riot Studio.
Questi appuntamenti inizieranno domani, 1 aprile 2015, al Joker con i live di due nuovi progetti musicali partenopei: Lamansarda e Coma Berenices.
Sono quattro serate, cercate di godervene almeno una. Capirete così che fino ad ora siete stai voi a non capire niente e a scappare dall’intensità delle emozioni. Vi renderete conto che siete succubi ogni giorno di una marea di bugie perché non è vero che la bellezza sta scomparendo dal nostro mondo.